SEO organica: tutto quello che devi sapere

La SEO organica (detta anche ottimizzazione dei motori di ricerca) è essenziale per il successo di qualsiasi attività online e senza di essa non andrai molto lontano nel ranking. Perché è così importante?

Perché quando qualcuno cerca il servizio o prodotto che fornisci, lo cerca su Google. Se non ti presenti nelle prime pagine di Google, nessuno troverà il tuo sito web. Semplice.

Ci sono così tante tecniche suggerite là fuori che ti promettono di migliorare la SEO organica del sito, è in effetti molto difficile distinguere tra le dicerie inutili e delle importanti pillole di saggezza.

Quindi oggi ti dirò tutto quello che so sulla SEO organica, l’indicizzazione organica e l’inbound marketing per aiutare la tua attività a crescere sul web. Senza fuffa solo consigli concreti. Partiamo!

Che cos’è la SEO organica?

La SEO organica, nota anche come “SEO naturale”, richiede un po’ di maestria e molto tempo e pazienza per essere implementata. Spesso mi contattano clienti a cui ho scritto dei testi SEO Friendly due giorni prima che mi chiedono come mai non sono primi su Google.

Ecco questo risultato così rapido in modo organico (quindi non a pagamento) non esiste. Diffida da chi te lo promette.

Nella tua strategia di inbound marketing la creazione di contenuti funzionerà ma dovrai attendere dai 2 ai 6 mesi e sperare che un tuo competitor non abbia creato un contenuto più esaustivo di te.

Cosa puoi fare tu per evitarlo? Scrivere un testo che sia vasto e davvero utile, così che sarà difficile eguagliarti.

La SEO organica è dunque una modalità a basso costo per promuovere il tuo sito web, ma dovrai armarti di pazienza per vedere i risultati.

Cosa fare se hai fretta di scalare la vetta e indicizzare i tuoi contenuti? Usa la SEO non organica, nota anche come SEO a pagamento/PPC (pay-per-click), che ti darà risultati rapidi e ti aiuterà a migliorare il tuo posizionamento iniziale se stai lanciando un nuovo sito. La SEO in questo caso durerà poco sul lungo termine perché si interromperà appena smetterai di pubblicizzarti.

La SEO PPC dura solo finché sei disposto a pagarla, semplice.

Le differenze tra le due forme di SEO: organica e PPC

La SEO organica

  • Ti dà risultati lenti, ma a lungo termine 
  • È gratuita (a parte il tempo che impiegherai per scrivere/o l’assumere qualcuno che lo faccia per te come un SEO Copywriter professionista)
  • Ti fa ottenere più traffico su un lasso di tempo più lungo e contenuti evergreen

La SEO non organica e PPC

  • Ti dà risultati immediati ma a breve termine
  • È a pagamento (PPC = pay-per-click) e a seconda della nicchia può essere davvero cara
  • Ottieni più traffico in un periodo di tempo più breve

Quanto tempo ci vuole per migliorare la SEO organicamente?

La SEO non è una pratica dai risultati a breve termine e non dovresti vederla  mai come tale perché ti arrecherebbe solo frustrazione e finiresti col gettare la spugna.

Non tutti i professionisti ti dicono chiaro e tondo ad esempio che il tempo necessario per migliorare la SEO organica su un sito di solito dipende anche da:

  • Lo stato attuale di salute del sito: SEO on page errate e plagi significano che i tuoi sforzi potrebbero essere lenti o vani
  • La competenza effettiva del tuo SEO Copywriter
  • Gli sforzi migliori o peggiori della concorrenza
  • Le modifiche improvvise dell’algoritmo di Google

I motori di ricerca infatti cambiano sempre idea su quali funzioni sono più ricercate dagli utenti, il che significa che cambiano spesso le loro classifiche e i principi per cui un contenuto è più premiato dell’altro.

È questo il motivo per cui devi rimanere al passo con i tempi e aggiornare sempre il tuo blog. La qualità paga, a prescindere dai vari algoritmi.

Scopri il mio servizio di aggiornamento e gestione del blog aziendale.

Posizionamento Organico SEO: controlla il tuo sito

Prima ancora di pensare a migliorare i testi in SEO copywriting del tuo sito, fai un SEO audit che ti permetterà di vedere gli errori e cosa già funziona perfettamente. Non ha davvero alcun senso riparare qualcosa che non è rotto e se qualcosa non funziona come alt tag mancanti, h1-h2 non presenti, o link rotti ripara prima quello e poi dopo destina le tue ore per i contenuti SEO friendly.

Per effettuare una SEO audit di solito si prende in considerazione:

  • La struttura dei contenuti del tuo sito web
  • Il layout e la UX dei tuoi contenuti
  • Come funzionano i contenuto blog del sito web
  • Come è costruito il tuo sito nel back-end

Questo ti aiuterà a individuare l’area più debole del tuo sito web in modo da sapere dove concentrarti prima. Se devi sviluppare un piano editoriale ti consentirà di strutturarlo in modo più mirato per migliorare la tua SEO organica.

Inbound Marketing: prima di tutto velocizza il tuo sito

La velocità di caricamento è un punto critico nella SEO organica. Avere una pagina che si carica lentamente sul tuo e-commerce potrebbe essere la fine delle ricerche sai? Le persone sono impazienti e non vogliono aspettare il caricamento della pagina. Faranno semplicemente marcia indietro se pensano che il tuo sito ci stia impiegando troppo tempo. Google lo sa e declassa attivamente i siti Web lenti o con rimbalzi elevati.

Consigli di copywriting per migliorare la SEO Organica

1.    Scrivi per il tuo pubblico, non per Google!

Sebbene molti stiano ancora cercando di “manipolare i motori di ricerca” riempiendo i loro testi di parole chiave per farsi notare sappiamo che non è più sufficiente. Google percepisce ad oggi il keyword stuffing, così come ogni persona che visita il tuo sito ne sarà infastidita. Per amore del tuo sito web, del tuo blog e del tuo biz non inserire parole chiave a valanghe nel tuo testo ma privilegia contenuti di qualità. Google non ha una carta di credito e un cervello, ma il tuo pubblico sì! Quindi scrivi per loro.

Se ti impegni a mettere i tuoi utenti al primo posto sarai ricompensato, parola di copywriter!

I tuoi contenuti utili attireranno più pubblico, il che ti farà sembrare buono e bello per gli algoritmi di Google. Un circolo virtuoso in sostanza.

2.   Crea tag title eccezionali

I meta tag sono spesso dimenticati e trascurati, ma aiutano a migliorare significativamente la SEO organica, quindi utilizza sempre H1-h2-h3 in ordine di importanza e inserisci la keyword regina nell’alt talg.

Sebbene la metadescription (snippet) non sia in grado di spingere sulla SEO del sito ricordati che però è la prima cosa che un utente vede sul motore di ricerca e quindi deve attirare la sua attenzione in modo persuasivo e divertente.

Ricordati che le tue meta descrizioni dovrebbero essere piene di dettagli, ma brevi e semplici per incoraggiare a fare clic sulla tua pagina.

Più persone visitano il tuo sito, più in alto ti classificherai su Google, motivo per cui è importante avere meta title e description brillanti e mai uguali.

SEO Organica professionale e Inbound Marketing? Ti aiuto io.

Se ritieni che la SEO organica del tuo sito web non funzioni come dovrebbe e hai notato che il tuo sito web riduce sempre più i suoi visitatori, pianifica una call con un SEO Copywriter. Potrò darti alcuni consigli per aumentare il tuo posizionamento SEO organico subito. Sono qui per aiutare i proprietari di piccole imprese e i freelance a posizionarsi online.

Hai trovato utile questa guida sulla SEO organica? Scopri anche la Guida alla SEO on Page fai da te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Privacy Policy